Salvatore Laisa
Pubblicato il

Quake, un quarto di secolo dopo

Autore

A giugno questa pietra miliare del gaming ha compiuto 25 anni e due giorni fa con l'apertura del QuakeCon 2021 è stata (finalmente) annunciata una re-release che sembra avere tutte le carte in regola per riportare la giusta attenzione a questo franchise.

Il trailer per presentare la re-release di Quake e festeggiare i 25 anni.

Perché Quake è fondamentale

Purtroppo rispetto a tanti altri titoli storici il nome di Quake è finito un po' nel dimenticatoio, principalmente per lo scarso interesse interesse che è stato mostrato nell'ultimo decennio da Id Software e Bethesda verso questo franchise. Ma ci sono vari motivi per cui l'impatto del primo Quake nel panorama del gaming fu decisivo, la lista potrebbe essere più lunga di quanto si pensi, ma mi limito ai motivi principali:

  • è stato il primo FPS basato su un engine completamente 3D, dove Doom e i suoi rivali utilizzavano sprite 2D su contesti 3D e non sempre sfruttando la verticalità di questi ambienti
  • per il motivo sopra ha dato una spinta considerevole all'allora nascente mercato degli acceleratori 3D
  • la modalità multiplayer è stata l'origine della scena competitiva odierna, anche se il punto critico verrà raggiunto 3 anni dopo con Quake 3 (e UT99)
  • alcune mod sviluppate dalla community sono divetate giochi standalone, il più notevole tra questi è sicuramente Team Fortress 2 di Valve
  • il suo engine è diventato la base di sviluppo per molti altri titoli negli anni successivi

Va anche detto che non è tutto oro quel che luccica... se si va ad approfondire sulla storia dello sviluppo di Quake si scoprirà che è stato un vero caso di development hell, il progetto originale non prevedeva che fosse un FPS e il caos derivato dallo sviluppo ha portato alla sgretolazione del team storico di Id Software con l'uscita dalla società di personaggi come John Romero.

I miei ricordi con Quake

Nel mio caso il "periodo Quake" si è sovrapposto a una fase delicata della mia vita personale, era l'estate del passaggio dalla terza media alla prima superiore e avevo appena perso mia madre.

Quake era nell'aria già da qualche mese, ma con il numero 88 di The Games Machine e il suo relativo CD-ROM allegato finalmente avevo tra le mani la versione shareware (che comprendeva solo il primo de 4 episodi nei quali era diviso il gioco, quindi era più sostanzioso di una demo) di Quake 😎! Quel numero di TGM era abbastanza sostanzioso essendo quello estivo che copriva Luglio e Agosto (eh si, con le riviste cartacee funzionava così 👨‍🦳) e per i pochi giorni che l'ho avuto tra le mani prima di partire non l'ho filato molto dato che ero concentrato sul far funzionare la shareware di Quake sul mio Intel 486 a ben 10-15 frame al secondo 🤣.

Poi partito per la montagna in "ritiro sprituale" penso di aver letto la recensione di Quake almeno una volta al giorno, volevo prepararmi per il ritorno a casa per riprendere a giocare la shareware con maggior cognizione di quale fosse il ruolo di ogni singolo pixel e l'uscita del gioco completo.

Lo comprai l'inverno successivo dopo il tanto atteso upgrade del PC di casa a un più performante Pentium 133Mhz e quel punto fui finalmente in grado di godermi quei splendidi ambienti e modelli (low poly) completamente tridimensionali ad un framerate più che decente 🤓.

Cosa include la "nuova" versione

Reggetevi forte perché qui non si scherza:

  • il gioco base con un engine aggiornato per supportare risoluzioni fino a 4K e altre migliorie e colonna sonora originale
  • i primi due Mission Pack adattati per questo engine
  • il terzo Mission Pack (o quinto episodio) "Dimensions of the past" realizzato da Machine Games per il ventennale.
  • un nuovo quarto Mission Pack (o sesto epsiodio) "Dimensions of the machine" per festeggiare i 25 anni
  • nuovo sistema di multiplayer con matchmaking e crossplay
  • gestore di addon "ufficiali", per ora c'è solo Quake64 ma ne rilasceranno altri in futuro
  • la versione originale e inalterata di Quake e i primi 2 mission pack

L'hub introduttivo del nuovo episodio "Dimensions of the machine" aggiunto in questa rerelease. L'hub introduttivo del nuovo episodio "Dimensions of the machine" aggiunto in questa rerelease.

consideriamo che tutto questo è disponibile per ogni versione del gioco, anche su console e per chi lo possedeva già su Steam questo è un update gratuito.

E come ultima nota, ho provato alcune mod e mappe custom che già utilizzavo con la versione originale e finora stanno funzionando senza particolari intoppi.

La colonna sonora

A proposito della soundtrack, è stata composta dai Nine Inch Nails e potete ascoltarla anche tramite Spotify 😎.

La community di modding

Come anticipavo prima, questa nuova riediezione supporta alcune mod che esistono da anni per la versione "originale", tra queste alcune delle mie preferite sono:

  • Arcane Dimensions - un esempio di cosa succede se si porta all'estremo l'engine del gioco: mappe enormi, centinaia di nemici che mischiano anche texture e architetture di diversi contesti ma il tutto cercando di non allontanarsi troppo da quello che è lo "spirito" di Quake.
  • Slayer Testaments - e se DOOM 2016/Eternal fosse stato realizzato nell'engine di Quake?
  • Halloween Jam 1/2/3 - una serie di mappe realizzate negli ultimi 3 anni a tema Halloween
  • Xmas Jam 2020 - simile a sopra ma qui il Natale è solo un pretesto per pubblicare questa collezione di mappe, non ci sono molti elementi a tema.

Uno screenshot di Arcane Dimensions 1.8 eseguito nel nuovo Quake. Uno screenshot di Arcane Dimensions 1.8 eseguito nel nuovo Quake.

Per utilizzarle dovreste copiare la cartella della mod all'interno di [directory di Steam]\Quake\rerelease a questo punto avviate il gioco e premendo il tasto \ aprirete la console nella quale dovrete digtare il comando game [cartella mod]. Per esempio: se avete copiato Arcane Dimensions in una cartella di nome ad il comando sarà game ad e a quel punto avviando una nuova partita potrete giocare con la mod.

A questo punto...

Visto il prezzo (ed è anche disponibile su Game Pass) e sopratutto vista l'inedità disponibilità del gioco sulle varie consoles, che aumenta notevolemente il vantaggio del multiplayer (che come già detto sfrutta il crossplay), non posso fare altro che citare il post su UT99: dateci dentro con i frag! 🤓