Salvatore Laisa
Pubblicato il

Ubuntu 11.04 (e in generale)

Tempo di lettura: 3 minuti

Autore

Il desktop di Ubuntu 11.04 Il desktop di Ubuntu 11.04

E' dalla prima versione del 2008 che seguo con molto interesse l'evoluzione di Ubuntu, la distro Linux più user friendly e maggiormente in voga del momento

e dopo aver installato l'ultimissima release (la 11.04) sento di non poter fare a meno di dedicare un piccolo post sul mio punto di vista riguardo questo sistema operativo.

In questi anni ho sperimentato Ubuntu in 2 situazioni, un vecchio Sony Vaio senza scheda grafica e mezzo giga di ram (che è il computer di famiglia) e una macchina virtuale su un MacBook Pro, e in entrambi i casi ho sempre avuto dei buoni risultati. Considerate poi che l'interfaccia grafica non è spartana comprende animazioni, multi desktop e dall'ultima versione un simil-dock e tutto ciò riesco a godermelo anche sul Vaio senza scheda grafica, non con delle prestazioni da urlo ma neanche in modo "scattoso".

Dato che quando parlo di Ubuntu mi ritrovo a sorbirmi le solite domande, faccio delle mini faq generiche che principalmente si riferiscono alle mie esperienze personali.

Linux è difficile da usare

Il Linux originale sì, Ubuntu si pone come sistema operativo gratuito basato su Linux con un interfaccia grafica molto simile a Windows e Mac OS e quindi user friendly. Se sapete usare Windows XP e successivi, sapete usare Ubuntu. Esiste un "software center" che, oltre ad essere nato prima, è molto simile ai vari app store che oggi conosciamo su smartphone e PC.

Su Ubuntu non ci sono i programmi che uso

Può darsi, gran parte dei software commerciali non hanno una versione per Linux, tuttavia i sofware non-commerciali come Chrome, Firefox, Skype, Libre Office, Flash Player e tanti altri sono sviluppati cross platform e quindi disponibili per Ubuntu. Non sono neanche difficili da trovare in quanto ogni release di Ubuntu è accompagnata da un set di programmi base.

Non gira sul mio computer di X anni fa

Al contrario di altri OS (come Windows Vista) Ubuntu è molto leggeroe può essere tranquillamente installato su macchine vecchie, in automatico se non vengono rilevate prestazioni ottimali vengono disabilitati effetti grafici e animazioni e se non bastasse esiste una versione più leggera graficamente che prende il nome di Xubuntu.

Ho Windows XP e mi trovo benissimo, perche dovrei passare a Ubuntu?

Linux è risaputamente molto più sicuro di Windows (dite ciao agli antivirus) e ha un ciclo di rilascio di 6 mesi, quindi è aggiornato e corretto anche in termini di sicurezza molto spesso e per un OS gratuito è una gran cosa. Windows XP ha noti problemi di sicurezza e Microsoft stessa suggerisce all\'utenza di aggionarsi alle versioni più recenti come Vista e Seven, in più gli aggiornamenti di XP saranno discontinuati nel giro di un paio di anni, il che significa che quando questo accadrà e avrete un problema non ci sarà nessuno a risolverlo.

Non è adatto per lavorare

Su questo punto sono parzialmente d'accordo, dipende cosa ci si deve fare, ma per "classic\" lavori d'ufficio come usare fogli elettronici, scrivere documenti, mail e lavorare con database va benissimo e per una piccola azienda con budget limitati si parla di un risparmio che può far comodo. Anche in ambito casalingo finche si rimane con le solite routine (mail, social network, scaricare foto da fotocamere, vedere video) va più che bene.

### E voi che ne pensate di Ubuntu?

(UPDATE 2020: avendo rimosso la funzionalità dei commenti ho preferito "rimuovere" la domanda)