Salvatore Laisa
Pubblicato il

Il peso dell'anima (dei laptop)

Autore

Uno scatto promozionale del MacBook Air.Uno scatto promozionale del MacBook Air.

Dopo vari mesi che ci pensavo su alla fine ho preso un MacBook Air.

Per quanto detesti le politiche e modus operandi della Apple non ho mai potuto negare la qualità dei loro prodotti (sopratutto a livello hardware) anche se, come sottolineo spesso, non sono esenti da difetti e problemi che spesso per "fanboysmo" molti non vogliono ammettere.

Forse proprio perché tendo a essere molto critico con i computer indifferentemente dal marchio che c'è appiccicato sopra (ho usato per anni PC assemblati Windows, e il mio computer "casalingo" attuale è un notebook HP) sono rimasto molto colpito da questo Air.

La mia storia con i laptop, un po al contrario...

Quando ho iniziato a fare il freelance verso il 2006 avevo un 17 pollici, non ci giravo molto ma quando lo facevo, diciamo che perdevo qualche chilo in sudore e la batteria durava sempre una ciofeca! Poi sono passato a un 15 pollici, meno ingombro e meno peso, finalmente superavo l'ora di autonomia con la batteria... ma la sfiga vuole che in quel periodo ero dipendente presso IBS.it e avevo una macchina aziendale su cui lavorare, quindi il laptop l'avrò portato in giro pochissime volte (se non per qualche mitico Lan Party con gli amici!). A metà 2009 cambio lavoro e inizio a Mohole, il tragitto casa-lavoro diventa molto più lungo di prima e decido di passare a un 13 pollici MacBook Pro, stracomoda la portabilità il peso è ancora inferiore rispetto al laptop di prima ma con tuttà sincerità: io di Pro non ho mai capito cosa ci fosse. Sono delle belle macchine ma molti programmi hanno tempi di avvio/esecuzioni biblici sopratutto la Creative Suite e le applicazioni non proprio native, ma anche quelle native a volte avevano le loro sorpresine.

Primi impatti

Dopo 3 anni in cui mi porto dietro il laptop praticamente tutti i giorni inizio a valutare la possibilità dell'Air, l'idea di un aggeggio da poco meno di un chilo mi alletta ma i dubbi per il poco spazio su hard disk e le prestazioni mi trattengono per diverse settimane. Alla fine mi butto e lo prendo... ok, ammetto che sto scrivendo questo articolo dopo pochi giorni che ce l'ho tra le mani (magari tra qualche settimana o mese farò delle aggiunte rimangiandomi qualcosa :D ) ma:

  • quel chilo e qualcosa in meno di peso lo sento decisamente, la mia borsa ora è tutta un'altra cosa e sul lungo termine fare altri anni con una borsa più leggera sulla/e spalle mi farà solo bene.
  • se mi ero convinto che la lentezza dei programmi fosse colpa di chi li sviluppava, in parte mi sono dovuto ricredere! grazie all'hard disk a stato solido l'avvio dei programmi è da tempi record: Photoshop circa 5 secondi, le impostazioni di sistema si aprono prima che l'icona finisce il primo saltello e il riavvio completo del computer è intorno ai 15 secondi.
  • la potenza di calcolo (in termini di CPU) è inferiore rispetto ai MacBook Pro quindi diciamo che non mi sembra una macchina adattissima a gaming estremo o elaborazioni pesanti tipo render di video o 3D. lavori che fortunatamente non faccio, quindi anche il processore un pò meno potente viene compensato dalla velocità dell'hard disk interno SSD.
  • lo spazio di hard disk del modello che ho preso è 128gb, dopo aver installato tutti i programmi, copiato i miei file e sincronizzato le cartelle cloud ho ancora 70gb liberi, lo so che non sono molti ma già da diverso tempo avevo adottato una politica di disinstallazione/cancellazione del superfluo, che mi aveva portato sul precedente portatile ad avere 400gb su 500gb liberi. Quindi inizio a dubitare che arriverò al di sotto dei 40/50gb liberi, se poi sommiamo il fatto che ho quasi 100gb diviso tra due servizi cloud (Google Drive e Dropbox) e un hard disk da 2.5" esterno da 500gb partizionato in due parti (una per i backup di Time Machine e una per file non prioritari) mi rendo conto di essere tranquillo ache su questo aspetto.
  • la mancanza del lettore ottico DVD/CD... film in DVD ne ho tanti ma li guardo a casa, non mi sono mai portato un DVD video in giro, non ne masterizzo uno da almeno due anni. Ormai per scambiarsi files tra chiavette USB e cloud si fa molto prima e molto più comodamente, ma penso che non ci fosse neanche bisogno di dirlo. Per i film qualche rip in digitale dei DVD di casa ce l'ho ma da quando iTunes noleggia anche i film diciamo che ho smesso anche di ripparne, se poi consideriamo che in teoria a breve dovrebbe arrivare in Italia anche Google Play Movies e Netflix sta cominciando l'invasione dell'europa possiamo stare certi che anche per i media non sentiremo la mancanza dei supporti ottici.
  • l'autonomia è sempre stato un punto di forza dei MacBook in generale, con l'Air sto vedendo che lavorando con i miei strumenti soliti (Chrome, editor di codice, Skype) a piena carica ho fatto 3 ore di lavoro prima di arrivare al di sotto del 20% di batteria.

Tirando le somme

Non vi dirò che è il miglior computer di sempre, ma di sicuro posso dire che è il miglior laptop che ho avuto tra le mani, molto probabilmente questo giudizio arriva dal fatto che fino a prima di comprarlo ero super convinto che non avrebbe retto il paragone con altri portatili e invece specialmente per i miei scopi e sommando tutti i fattori descritti prima, li supera decisamente. Questo è un laptop Pro, non gli altri.

Recentemente ho anche cambiato smartphone prendendo un Samsung Galaxy S3 e devo dire che tra questi due dispositivi ho trovato molte cose in comune, il che ha rafforzato ciò che già molti "sospettavano" da tempo: il connubio tra leggerezza e potenza sarà il futuro non-affatto-remoto della tecnologia.

PS: lo sapevate che il computer di Linus Torvalds è un MacBook Air (ovviamente con installato Linux)?

Aggiunta del 20/01/2013 - Ho scoperto da un mesetto circa che l'Air non è dotato di porta a infrarossi, finora mi è servita solo per una cosa: il telecomando per Keynote! Lavorando come docente e partecipando con un certa frequenza a conferenze mi faceva molto comodo... ho risolto utilizzando lo smartphone come mouse/telecomando wireless (via wi-fi).