Chrome over Firefox

Per ben 4 anni sono stato un’intrippatissimo utente Firefox, dato il mio lavoro però sono “costretto” a sperimentare e lavorare anche su altri browser e questo mi ha portato nell’ultimo anno a scegliere come mio browser principale Chrome di Google.

A distanza di un anno da questo passaggio, continuando a lavorare anche con Firefox, ho potuto notare queste differenze:

Chrome è più veloce

Qualcuno potrebbe dire “hai scoperto l’acqua calda!”, ma nel mio caso non parlo solo di velocità di caricamento delle pagine (che comunque è superiore) ma anche velocità di caricamento del programma. Sono uno che tende a tenere aperte molte tabs, e con Firefox le tempistiche di avvio tra caricamento del browser e caricamento delle schede della precedente sessione erano abbastanza frustranti, su Chrome invece sono molto più ragionevoli.

Migliore gestione dei plugin (estensioni)

Lo so che è Firefox il padre del concetto di plugin per un browser, ma su Chrome è stato fatto un’ottimo lavoro. Innanzitutto non è necessario riavviare il browser ogni volta che si installa/disinstalla un nuovo plugin, poi il parco plugin non è cosi inferiore come sembra e gran parte di questi sono “trasposizioni” dei più classici plugin di Firefox. Quindi la “migrazione” è molto indolore. In più i plugin su Chrome sono tutti disponibili nella stessa (e più discreta) zona del browser, a fianco la barra dell’indirizzo.

Barra dell'indirizzo e barra della ricerca unificate

In Chrome c’è una sola barra, e fa sia da indirizzo che da ricerca. Significa che se non vi ricordate esattamente un’indirizzo vi basta digitare il nome (o quello che vi ricordate) e premere invio e verrete rimandati ai risultati della ricerca su Google, se invece siete già stati su quel sito prima ancora di finire di digitare vi sarà gia apparso il suggerimento della cronologia. Questa è una feature alla quale mi sono abituato veramente in fretta!

Maggiore stabilità

I plugin/estensioni su Chrome sono scritti in Html+Js e non sono “inglobati” nel browser e questo porta il programma a essere molto più stabile. In più su Chrome ogni tab ha una gestione della memoria indipendente, quindi se proprio succede qualcosa di brutto nella pagina in cui state navigando, quella crasherà ma il resto del browser no! Non è un sistema infallibile in quanto qualche crash totale l’ho sperimentato, ma in molte meno occasioni rispetto al browser di Mozilla.

I lati negativi

Purtroppo su Chrome, specie la versione Mac OS, le novità arrivano sempre con un po di ritardo quando il browser viene aggiornato. Alcuni plugin (per esempio Firebug) non sono ancora stati “convertiti” ottimalmente, e i temi grafici secondo me sono ancora lontani dalla qualità degli attuali di Firefox (motivo per il quale ho ancora il tema di default).

Salvatore Laisa

Salvatore Laisa

Head of UI Engineering & Deputy CTO @ Bitrock, Kung-fu & Tai-Chi practitioner, ex Bass Player, and last of the Time Lords 😎.

Read More